UNITI PER LO SPORT – Madre in Italy
X

Il Blog di Madre in Italy

UNITI PER LO SPORT




 

Mi chiamo Federica, sono di Roma e completati gli studi all’Università di Roma Tre,  mi sono trasferita definitivamente in Francia. Nel 2010 sono diventata mamma di un meraviglioso bambino; ed è proprio nel nuovo ruolo di madre che ho sentito il desiderio di sentirmi attiva e partecipe alla vita quotidiana di Montpellier , città in cui vivo, ed ho quindi creato e curo il blog: “Mamamontpellier”,  con un pizzico di “saper fare” tutto italiano.

Mamamontpellier è il blog  di  una mamma italiana, creato con l’obiettivo di presentare luoghi, attività ed eventi che si svolgono a Montpellier e adatti alle famiglie e non solo. Tutto ciò che viene pubblicato è vissuto e testato da me personalmente.

Da mamma italiana, ho sperimentato di persona le difficoltà di vivere e di integrarsi in una città straniera, per questo ho pensato di creare il blog, tramite il quale provo ad essere una guida che facilita la vita di tutti i cittadini italiani e francesi, che arrivano per la prima volta a Montpellier o desiderano soltanto vivere gli eventi offerti dalla città stessa.

Sono una mamma attiva, che si divide tra lavoro, famiglia, amici e diverse attività; nel tempo libero rispondo a diversi messaggi di italiani che mi contattano per chiedere consigli di ogni genere e a volte li aiuto anche nella ricerca di un alloggio o per le pratiche amministrative.

Oggi,  tramite il mio blog vi presento Massimo Carnevali dell’Associazione Italia – Sportinsieme. Massimo mi ha contattata per presentarmi il suo progetto, ci siamo conosciuti di persona durante gli europei di calcio, perché Massimo aveva organizzato diverse serate a “CASA AZZURRI”,  insieme all’aiuto della CCI italiana ed altri.

Massimo è una persona intraprendente, attiva e con le idee chiare, ci siamo dati appuntamento davanti una pizza, e dopo avermi illustrato il suo progetto, abbiamo parlato di come avrei potuto aiutarlo per far conoscere il suo progetto e farlo decollare.

Entrambi di Roma, con lo stessa voglia di sperimentare, con lo spirito di incoraggiare le iniziative d’integrazione e soprattutto il desiderio di mettere insieme le due culture: italiana e francese, per una migliore convivenza.

L’idea di poter realizzare i nostri desideri tramite lo sport mi è piaciuta molto, perché lo sport è divertimento, ma anche parte integrante di una cultura e di una società e l’associazione Italia-SportInsieme ha l’obiettivo di sport e integrazione. Lo sport è un mezzo di trasmissione di valori universali e una scuola di vita che aiuta alla socializzazione ed al rispetto tra compagni ed avversari.

I cambiamenti non possono essere affidati al sistema, ma devono partire anche dai nostri comportamenti, dallo stare tutti insieme e rielaborare l’idea di tempo libero, utilizzandolo in maniera costruttiva ed intelligente. Infatti lo sport è capace di muovere le persone e le idee, esso può avere una vasta funzione sociale: una funzione educativa, di sanità pubblica, culturale e ludica, nella quale lo Stato dovrebbe investire di più, perché è nell’interesse pubblico generale, che tutti i cittadini che vivono nello Stato abbiano l’opportunità di svolgere attività sportive.



Lo sport non ha frontiere linguistiche, né religiose e di etnia, quindi l’Associazione Italia- SportInsieme parte su buone basi.

Mamamontpellier sosterà il progetto in maniera attiva.

Ora non ci resta che conoscerla meglio, ecco qui di seguito l’intervista al fondatore dell’Associazione Massimo  Carnevali:

1) Cos’è Italia -SportInsieme, perché è stato scelto questo nome? Da chi è nata l’idea?

Massimo: È stata una mia idea. L’idea nasce dalla constatazione delle difficoltà che incontrano gli italiani che arrivano in Francia e dello stato di stress in cui vivono, con un pensiero particolare a chi viene qui con tutta la famiglia portando con sè ragazzi e bambini. Proprio quei ragazzi, che in Italia lasciano i loro amici e le loro radici e si ritrovano in un paese dove si parla una lingua straniera, spesso non conosciuta e con le difficoltà di farsi nuovi amici.

Sulla base di queste esigenze ho pensato di creare un’associazione che possa riunire gli italiani che vivono nel Sud della Francia, ed offrire loro l’opportunità di conoscersi, aiutarsi. Ma soprattutto di stimolare maggiormente il desiderio di integrazione all’ interno della nuova società.

Quindi mi sono chiesto, quale può essere uno strumento efficace per riunire le persone e creare nuove amicizie? Uno strumento dove la lingua non deve essere un’ostacolo. Lo sport è tra le prime posizioni in queste situazioni. Inoltre, attraverso l’associazione vogliamo creare degli eventi per le famiglie e per i bambini più piccoli, ed abbiamo pensato a delle giornate ludiche, ma con basi culturali.

 2) A chi è aperta l’Associazione?

Massimo: È rivolta principalmente a tutti gli italiani residenti in Francia, ma anche ai nostri amici francesi e a tutti quelli che con noi vogliono divertirsi e stare insieme. Vogliamo creare dei tornei in collaborazione con altre associazioni francesi.

3) Quali sono gli sport che intendete praticare? Dove si svolgeranno? Chi saranno gli allenatori? Oltre allo sport proponete altre attività?

Massimo: Gli sport si svolgeranno nei parchi e nei centri sportivi delle città del sud della Francia. Partiremo da Montpellier e dintorni, ma abbiamo l’ambizione di creare delle sedi in altre città, con la collaborazione di persone volontarie e volenterose.

Al momento stiamo proponendo Calcio, Pallavolo, Pallacanestro e BeachVolley. Ci saranno corsi e stage di danza con un’istruttrice bilingue diplomata alla scuola di danza di Parigi. Giornate di avvicinamento agli sport dell’atletica con un ex atleta olimpico italo-marocchino. Ci saranno le giornate ludiche con giochi a tema letterario. Ogni volta affronteremo un classico letterario dei vari scrittori dei paesi che si affacciano sul Mediterraneo. Sono convinto che la giusta strada è far conoscere ai nostri ragazzi le nostre radici, ma anche ampliare il loro bagaglio di conoscenza a tutta la nostra cultura mediterranea, perché loro, più di noi, sono cittadini dell’Europa.

 4) Chi volesse iscriversi all’associazione cosa deve fare?

Massimo: Per iscriversi all’associazione, ci possono contattare tramite Facebook “Italia.Sportinsieme” o tramite email a:

Italia.sportinsieme@gmail.com o al telefono dell’associazione 0768553071.

Gli consegneremo un modulo da compilare e devono portare due fototessere e la fotocopia di un documento. Se si iscrive un minorenne, bisogna portare sia la fotocopia del decumento del ragazzo che di uno dei genitori. I costi sono 5 € all’anno per il tesseramento e quando vogliono partecipare a uno dei nostri eventi devono pagare una piccola cifra per aderire all’evento. Noi vogliamo mantenere i prezzi il più bassi possibili, nel limite delle posssibilità, per dare modo a tutti di poter partecipare ai nostri eventi con tutta la famiglia.

Buono sport a tutti

_____________________________________________________________________________________________________________________________________________

… e non dimenticare di seguirmi su Facebook e Instagram

About the Author

Francesco Menghini è filmaker, blogger e traveller. Da anni in giro per il mondo è il Founder di Madre in Italy.
Grazia Pracilio è content manager e consulente creativo. Autrice TV da molti anni è approdata a Madre in Italy come Co-founder.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.