PENSIONATI ITALIANI IN PORTOGALLO: LA GUIDA PRATICA – Madre in Italy
X

Il Blog di Madre in Italy

PENSIONATI ITALIANI IN PORTOGALLO: LA GUIDA PRATICA




 

Iniziamo da un dato di fatto: il Portogallo oggi rappresenta una delle destinazioni più gettonate dai pensionati italiani che scelgono di trasferirsi all’estero.

Ma quali sono i pro e i contro di questo paese?

Sia per quella che è l’esperienza diretta di chi si è già trasferito in Portogallo ormai da tempo, sia per quelle che sono le caratteristiche innate di questo paese, senza dubbio si può dire che il Portogallo ha molto da offrire: il clima mite, un basso costo della vita, servizi e infrastrutture molto efficienti e un’assistenza sanitaria qualificata, la rendono una mèta capace di garantire una buona qualità della vita, e al tempo stesso è una destinazione non troppo lontana dall’Italia, che si raggiunge in poche ore e a costi non troppo elevati.

Insomma, se hai il desiderio di trasferirti oltre i confini nazionali, può senza dubbio essere attraente l’idea che a soli 2000 km dall’Italia esiste un Paese a misura d’uomo che per molti pensionati è diventato una nuova casa: il Portogallo.

Prima di iniziare questo articolo però, voglio presentarti la guida che abbiamo scritto appositamente per te: “LA GRANDE GUIDA PER I PENSIONATI ALL’ESTERO”.

In questo manuale troverai:

  1. Istruzioni su come ottenere la tua pensione detassata all’estero
  2. Indicazioni su tassazione, sanità e burocrazia
  3. Approfondimenti su i passi da seguire per un trasferimento consapevole

Vuoi sapere come acquistarla?

Clicca sul pulsante qui sotto e segui le istruzioni…

Pensionati-italiani-all'estero-tasse

Inoltre, se hai bisogno di una consulenza personalizzata su AIRE, tasse e sanità, clicca qui.

Fatta questa premessa, iniziamo…

Articoli che potrebbero interessarti:

PENSIONATI ITALIANI IN PORTOGALLO: LA GUIDA PRATICA

Mappa-Portogallo

1) LE TASSE PER I PENSIONATI CHE VIVONO IN PORTOGALLO

Uno dei motivi principali del successo del Portogallo come mèta dei pensionati di tutta Europa è la politica del “Nao residente Habitual”.

Chi ha già scelto il Portogallo, sa esattamente di cosa parlo, perché forse questa politica è stata determinante nella scelta del Portogallo come destinazione, e ti spiego il perché.

Con “Nao residente Habitual” si definisce una persona che vive in Portogallo in qualità di Residente non abituale. A questi è riconosciuto un regime fiscale particolare, approvato nel 2009 dal Parlamento portoghese e che offre, a chi prende la residenza fiscale in Portogallo, una serie di vantaggi fiscali per un periodo di 10 anni.

Lo statuto non è utile solamente agli individui facoltosi ma anche ai pensionati e a tutti i lavoratori qualificati che decidono di trasferirsi in questo Paese.

Per ottenere queste agevolazioni, è necessario:

  • Non essere stati tassati come residenti fiscali in Portogallo nei 5 anni precedenti la domanda
  • Essere registrati come residenti fiscali in Portogallo e viverci per più di 183 giorni nell’arco dell’anno (con questo si intende la maggior parte dell’anno fiscale)

Per presentare questa domanda bisognerà inoltrare una richiesta all’Agenzia delle Entrate portoghese, la quale, dopo circa sei mesi rilascerà, previa verifica, la qualifica di “Residente non abituale”.

I pensionati ai quali viene riconosciuto questo “status” potranno usufruire di un’esenzione d’imposta per 10 anni consecutivi a tale riconoscimento e, la conseguente residenza fiscale in Portogallo, grazie alla Convenzione con l’Italia contro le doppie imposizioni fiscale, comporta la detassazione della pensione in Italia.

Questa è senza dubbio una delle ragioni che oggi spingono molti pensionati, provenienti non solo dall’Italia, ma da tutta Europa, a scegliere di trasferirsi in Portogallo per garantirsi una miglior qualità della vita e maggiori disponibilità economiche.

Ma non è l’unica caratteristica positiva…

2) IL COSTO DELLA VITA

 Il costo della vita in Portogallo è tra i più bassi dell’Europa Occidentale.

In media, una coppia di pensionati potrebbe vivere comodamente anche con un budget di circa 1200€ al mese. Inoltre, c’è la possibilità di investire il proprio denaro acquistando alloggi nelle principali città della regione.

Come avviene per la maggior parte delle destinazioni, vivere nelle grandi città come ad esempio Lisbona, Porto ed Estoril ha un costo della vita più elevato rispetto alle zone rurali e alle città più piccole.

Più avanti nel post troverai una selezione delle principali città del Portogallo e il rispettivo costo della vita.

Se sei un buongustaio, devi sapere inoltre che il costo del cibo è molto più economico rispetto agli altri Paesi dell’Europa Occidentale. Vista la vicinanza al mare, non è difficile trovare ristoranti dove mangiare dell’ottimo pesce.

Il Paese è anche famoso per la produzione dei suoi vini, come ad esempio il Porto e il Madera.

Se hai deciso di trasferirti in Portogallo ed hai bisogno di trovare un alloggio, sappi che, ad eccezione di alcune località molto costose come ad esempio l’Algarve, il costo degli affitti è minore rispetto alla media europea.

Solitamente, ci sono due tipi di alloggi: gli edifici di nuova costruzione e quelli vecchi. I nuovi appartamenti sono solitamente arredati e ubicati in zone tranquille.

Al loro interno troverai l’aria condizionata, un ampio terrazzo, il posto auto e, se si è fortunati, anche una palestra.

I vecchi appartamenti invece, sono edifici costruiti negli anni ’70 e si trovano generalmente nelle zone storiche della città.

Attenzione però!

Vivere nelle zone vecchie significa vivere senza dubbio in zone più affollate, ricche di locali e uffici, dove i ritmi sono più frenetici, è difficile trovare parcheggio e dove i costi degli affitti sono più elevati.

Ecco tre siti utili per chi sta cercando una casa in affitto:

Se possiedi una vettura ed hai intenzione di portarla con te, devi valutare quella che rappresenta una nota negativa: i costi dell’assicurazione e della benzina infatti, sono molto elevati.

In alternativa, muoversi con i mezzi pubblici, con un autobus o un pullman per visitare le altre città del Portogallo, è molto economico e anche forse più interessante. 😉

Di seguito trovi una tabella con i principali costi per mese di cui ti ho parlato:

3) IL SISTEMA SANITARIO PORTOGHESE

Il sistema sanitario portoghese è per qualità al 19° posto nella classifica stilata dell’OMS (Organizzazione mondiale della sanità). Soprattutto nelle grandi città, come ad esempio Lisbona o Porto, troverai sempre ottime strutture sanitarie e ospedali moderni.

Il Portogallo offre due sistemi di assistenza sanitaria: un servizio pubblico (SERVICO NACIONAL DE SAUDE O SNS), che è a disposizione di tutti i cittadini residenti, e una rete di strutture private, le cui tariffe ovviamente variano in base alle soggettive necessità e tipologia di assistenza.

I cittadini residenti nell’Unione Europea, ivi compresa l’Italia,  hanno diritto di utilizzare la TEAM, tessera europea di assicurazione malattia, che riconosce a tutti i cittadini dell’Unione il diritto all’assistenza sanitaria al pari dei residenti.

Negli ospedali troverai medici provenienti da ogni parte del mondo (molti americani e inglesi). Se hai difficoltà con la lingua, una volta arrivato in ospedale, prova a chiedere di un medico Italiano.

Sembra scontato dirlo, ma va fatto per completezza di informazione: in tutto il Portogallo troverai le Farmacie, molte delle quali garantiscono un orario notturno.

Sono aperte dal Lunedi al Venerdi dalle 09 alle 13 e dalle 15 fino alle 19. Un elenco delle farmacie che forniscono un servizio di 24h al giorno, è disponibile presso qualsiasi farmacia.



4) APRIRE UN CONTO IN BANCA

 Se hai bisogno di aprire un conto in banca, niente paura, le banche portoghesi sono sicure e affidabili.

Le più importanti sono l’Atlantico, il Banco BPI, il Banco Espirito Santo, Banif, la Barclays e la Caixa Geral de Depositos.

Quando dovrai scegliere la banca in cui aprire il tuo conto, ricordati che ci sono diversi fattori da prendere in considerazione:

  • La grandezza della rete. Ricordati che la banca addebiterà una commissione per l’utilizzo di bancomat che non fanno parte della propria rete. Accertati dunque di trovare la tua ATM nel paese dove andrai a vivere.
  • Parli il portoghese? Ricordati che in alcune banche potrai trovare personale che parla inglese o magari italiano.
  • Se non parli portoghese, chiedi sempre se i documenti possono essere forniti in inglese o in italiano. Domandare è lecito, rispondere è cortesia 😉
  • Molte banche offrono il servizio e-banking. Accertati sempre di attivare, se possibile, il servizio in italiano.

Ci sono diversi tipi di conto bancario, ma i principali sono:

  • Conto corrente, per le attività bancarie di tutti i giorni.
  • Conto di risparmio, che ha un numero limitato di servizi bancari e non è consentito l’accesso immediato ai fondi
  • Conto di deposito, che offre tassi di interesse leggermente più elevati sui servizi bancari

Per aprire un conto, è necessario depositare un minimo di 100€.

Ricordati di portare con te:

  • Un documento d’identità valido, meglio un passaporto. (Passaporte/Bilhete de Identidade)
  • La prova della tua nuova residenza (Comprovativo de Morada em Portugal)
  • Il codice fiscale (Numero Fiscal de contribuinte)

All’apertura del conto, dovrai firmare:

  • Un application form (Identificacao de titulares e Ficha de Assinaturas)
  • La tua adesione ai prodotti e ai servizi della banca (Dados de cliente e Adesao un productos e sevicos)
  • L’accettazione alle condizioni generali (Gerais)

Una volta aperto il conto, ti verrà consegnato il bancomat, il libretto degli assegni e un eventuale carta di credito.

Da questo momento in poi inoltre, potrai chiedere all’INPS di farti arrivare il bonifico della pensione direttamente sul tuo nuovo conto corrente estero.

Se non sai come fare, ti ricordo che è on-line la guida che abbiamo scritto appositamente per te: “LA GRANDE GUIDA PER I PENSIONATI ALL’ESTERO”.

In questo manuale troverai:

  1. Istruzioni su come ottenere la tua pensione detassata all’estero
  2. Indicazioni su tassazione, sanità e burocrazia
  3. Approfondimenti su i passi da seguire per un trasferimento consapevole

Vuoi sapere come acquistarla?

Clicca sul pulsante qui sotto e segui le istruzioni…

 

Pensionati-italiani-all'estero-tasse

 

4) DOVE TRASFERIRSI IN PORTOGALLO

 La maggioranza dei pensionati che si trasferiscono in Portogallo, preferiscono muoversi verso le coste, come ad esempio nell’Algarve.

Particolarmente interessanti sono anche i comuni di Silves e Lagoa, nella parte meridionale del Paese.

Uno dei principali fattori positivi per chi decide di vivere qui, è sicuramente il clima. Qui potrai infatti godere di 3300 ore di sole all’anno.

Un vero paradiso…

Di seguito, ho elencato le città più importanti della regione e quelle in cui è più consigliato andare a vivere.

– Lisbona –

Situata sulla costa sud-occidentale, Lisbona è la capitale del Portogallo. È suddivisa in 53 aree (freguesias) ed è abitata da circa 550000 persone.

Le principali zone sono:

  • Bairro Alto
  • Baixa
  • Chaido
  • Parque de Nações

Bairro Alto è sicuramente il quartiere più famoso. Le sue strade tranquille di giorno, si trasformano di notte rendendo l’intera area una zona vivace e piena di attrattive turistiche.

Ricca di caffetterie, ristoranti, bar e negozi, è la zona più frequentata della città.

Baixa invece è il centro della città e il quartiere dello shopping. Ricco di banche e istituti finanziari, è una zona imponente con eleganti piazze, zone pedonali, caffetterie e ristoranti di ogni genere.

Chaido è particolarmente popolare tra i giovani e gli appassionati di arte. Tra le sue strade è facile incontrare scuole d’arte, teatri e cinema.

Se desideri essere circondato dalla cultura e dai personaggi più importanti della città, questo è il tuo quartiere.

Parque de Nações è invece una delle zone più moderne della città.

L’intera area infatti, è nata a seguito di Expo98.  Il mix tra il nuovo e il vecchio, rendono questo quartiere unico.

 – SCOPRI DOVE TROVARE UN PRIMO ALLOGGIO A LISBONA –

Di seguito i principali prezzi per vivere: (Fonte: Expatistan)

– Alloggio –

  • Affitto mensile di un appartamento di circa 85mq nel centro storico: circa 1100€
  • Affitto mensile di un appartamento di circa 85mq fuori dal centro storico: circa 700€
  • Affitto mensile di un appartamento di circa 45mq nel centro storico: circa 800€
  • Affitto mensile di un appartamento di circa 45mq fuori dal centro storico: circa 500€

– Cibo –

  • Petto di pollo: circa 3,30€
  • 1 litro di latte intero: circa 0,67€
  • 12 uova: circa 2,20€
  • 1 kg di pomodori: circa 1,20€
  • 1 kg di mele: circa 1,47€
  • 1 kg di patate: circa 0,85€
  • Pane per 2 persone: circa 0,98€ al giorno

– Mezzi di trasporto –

  • Abbonamento mensile trasporti pubblici: circa 39€
  • Viaggio in taxi in un giorno lavorativo: circa 13€ ogni 8Km

– Salute –

  • Visita privata dal medico: circa 55€
  • 1 scatola di antibiotici (12 dosi): circa 6€

– Tempo libero –

  • Cena per due in un ristorante al centro: circa 25€
  • 2 biglietti per il cinema: circa 13€
  • 1 Cappuccino al centro: circa 2€
  • 1 pacchetto di Marlboro: circa 5€

– Porto –

Porto è la seconda città più grande del Portogallo dopo Lisbona.

Situata sulla foce del fiume Douro, è considerata una delle capitali culturali di tutta Europa.

Alcuni anni fa infatti, il suo centro storico è stato riconosciuto come patrimonio mondiale dall’UNESCO.

I pensionati che vivono qui, potranno godere della sua ottima cucina e dei suoi numerosi ristoranti.

Città estremamente sicura e accogliente, raggiungerla è molto semplice. Porto ha infatti un suo aeroporto che dista solamente 10 Km dal centro della città.

– SCOPRI DOVE TROVARE UN PRIMO ALLOGGIO A PORTO –

Ecco i principali prezzi per vivere: (Fonte: Expatistan)

– Alloggio –

  • Affitto mensile di un appartamento di circa 85mq nel centro storico: circa 600€
  • Affitto mensile di un appartamento di circa 85mq fuori dal centro storico: circa 500€
  • Affitto mensile di un appartamento di circa 45mq nel centro storico: circa 488€
  • Affitto mensile di un appartamento di circa 45mq fuori dal centro storico: circa 362€

– Cibo –

  • di petto di pollo: circa 2,85€
  • 1 litro di latte intero: circa 0,56€
  • 12 uova: circa 1,85€
  • 1 kg di pomodori: circa 1,42€
  • 1 kg di mele: circa 1,44€
  • 1 kg di patate: circa 1,17€
  • Pane per 2 persone: circa 0,58€ al giorno

– Mezzi di trasporto –

  • Abbonamento mensile trasporti pubblici: circa 32€
  • Viaggio in taxi in un giorno lavorativo: circa 10€ ogni 8Km

– Salute –

  • Visita privata dal medico: circa 48€
  • 1 scatola di antibiotici (12 dosi): circa 4,95€

– Tempo libero –

  • Cena per due in un ristorante al centro: circa 19€
  • 2 biglietti per il cinema: circa 12€
  • 1 Cappuccino al centro: circa 1,88€
  • 1 pacchetto di Marlboro: circa 4,80€

– Chaves –

Situata a nord del Portogallo, Chaves è una graziosa cittadina di circa 50.000 abitanti.

Nota per le sue numerose stazioni termali, la città era già famosa tra i Romani che la chiamavano Aquae Flaviae.

Grazie alle caratteristiche geologiche della regione infatti, Chaves è una meta importante per il turismo, che attrae persone che prediligono salute e benessere.

Gli abitanti sono famosi per la loro cordialità e per la buona alimentazione.

– SCOPRI DOVE POTER ALLOGGIARE A CHAVES –



– Algarve –

Situata sulla costa meridionale del Portogallo, l’Algarve è  la regione preferita dai pensionati di tutta Europa.

Qui, nel corso degli anni, sono arrivati dalla Francia, dal Regno Unito, dal Brasile e chiaramente, dall’Italia.

Una volta arrivato qui, potrai godere degli splendidi tramonti che la zona offre. Unica pecca: è sicuramente la zona più costosa del Portogallo.

I pensionati che vogliono trasferirsi qui dovranno fare i conti con una burocrazia molto lenta e troveranno molte difficoltà a trattare con i municipi e gli uffici governativi.

Un altro aspetto negativo lo trovi durante i mesi estivi, quando la zona si riempie di turisti provenienti da tutto il mondo. L’unico modo per evitare le zone affollate è quello di tornare in Italia, magari a trovare i propri nipotini. 😉

Con questa regione, finisce l’elenco delle città più famose del Portogallo.

Ora tocca a te.

Ti stai trasferendo in Portogallo o magari già ci vivi?

Scrivici un commento qui sotto e raccontaci la tua esperienza…
_____________________________________________________________________________________________________________________________________________

… e non dimenticare di seguirmi su Facebook e Instagram

About the Author

Francesco Menghini è filmaker, blogger e traveller. Da anni in giro per il mondo è il Founder di Madre in Italy. Grazia Pracilio è content manager e consulente creativo. Autrice TV da molti anni è approdata a Madre in Italy come Co-founder.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.