NOLEGGIARE E GUIDARE UNA MACCHINA IN THAILANDIA: LA GUIDA PRATICA – Madre in Italy
X

Il Blog di Madre in Italy

NOLEGGIARE E GUIDARE UNA MACCHINA IN THAILANDIA: LA GUIDA PRATICA




Se provi a chiedere ad un thailandese il perché preferisce guidare sul lato opposto della strada di marcia, contromano e sulla corsia di emergenza, piuttosto che seguire la strada più “ovvia” e regolare che si trova a soli 2 Km di distanza, sicuramente questi ti risponderà: “Ki kiaet pai U-turn”.

Se provi a chiedere ad una ragazza thailandese il perché non indossa il casco mentre guida il motorino, sicuramente questa ti risponderà: “ki kiaet sai”.

 Se provi a chiedere ad un camionista thailandese il perché non ha messo la freccia prima di svoltare, questo sicuramente ti risponderà: “ki kiaet peut”.

In Thailandese “Ki kiaet” significa pigro, ed è una parola utilizzata in senso dispregiativo, come del resto la maggior parte delle parole che iniziano con -ki.

Non sto dicendo che i thailandesi sono un popolo pigro, sto solo affermando che quando sono alla guida sono mooooolto più pigri che nelle altre faccende quotidiane.

Questo significa che mentre guidano, scelgono sempre il modo più semplice e rapido, rispetto a quello più sicuro e a norma.

Guarda ad esempio questo incredibile video che ho trovato su YouTube.

Certo, per me che vengo da una città come Roma, non dovrebbe essere inverosimile assistere ad un sorpasso a destra o un inversione ad U nel bel mezzo dell’autostrada, ma ti assicuro, che nella famosa “terra dei sorrisi”, vedrai delle infrazioni del codice stradale che non hai mai visto in nessuna parte del mondo…nemmeno in India 😉

Tuttavia, qui di seguito ho elencato una serie di suggerimenti da non dimenticare appena arrivato in Thailandia:

  1. Ti lamenti del fatto che in Italia ancora troppo pochi automobilisti hanno l’abitudine di allacciare la cintura di sicurezza quando si mettono alla guida? Dopo qualche giorno in Thailandia, l’Italia ti sembrerà un collegio ordinato di ligi automobilisti
  2. Se hai dei bambini e vuoi noleggiare un’auto, non dimenticare di chiedere il seggiolino. Va chiesto!
  3. Mi raccomando, non arrabbiarti nel traffico. La maggior parte dei conducenti in Thailandia ha un’arma dentro la vettura
  4. Non bere mentre guidi. Le multe sono molto salate
  5. Verifica di essere coperto da un’assicurazione e di avere una patente di guida valida
  6. Annota i principali numeri di emergenza e i numeri degli amici da contattare in caso di incidente
  7. Se hai la possibilità, acquista una dashcam.

La dashcam è una telecamera collegata al cruscotto o al parabrezza dell’auto, che registra tutto ciò che vede.

Puoi utilizzare la dashcam:

  1. Nel caso tu fossi coinvolto in un incidente. Il video registrato costituirà un documento da utilizzare come prova
  2. Questo vale anche nel caso in cui tu sia testimone di un incidente stradale
  3. Grazie alla dashcam potrai catturare qualsiasi cosa accada sulle strade thailandesi, e ti assicuro che molte volte è proprio divertente

Se hai deciso di acquistare una dashcam, assicurati che riesca a registrare il suono (alcuni modelli molto economici non lo fanno), che possa registrare anche al buio di notte, e che abbia almeno una risoluzione di 720p.

La scheda di memoria deve essere di almeno 32 Mb, ma è possibile acquistarne una separatamente.

Ecco quella che ho acquistato durante il mio ultimo viaggio:

dashcamera

Arrivato a questo punto del post, potresti chiedermi:

 – Ok Francesco, mi sembra di capire che guidare in Thailandia sia una follia. Ma davvero mi conviene? –

Beh, cosa vuoi che ti dica… Si, ne vale davvero la pena.

Viaggiare in Thailandia con la propria auto è un’avventura da non perdere.

In questo modo potrai decidere tu il percorso che vuoi effettuare e non dovrai stare dietro al caos dei biglietti, degli orari e dei ritardi della maggior parte dei mezzi pubblici thailandesi.

Ma entriamo nel vivo di questo articolo.

Nel prossimo paragrafo ti spiegherò cosa fare se hai deciso di noleggiare un’auto in Thailandia.

Via!

Leggi anche:

NOLEGGIARE E GUIDARE UNA MACCHINA IN THAILANDIA: LA GUIDA PRATICAguidare-auto-in-thailandia

Le strade in Thailandia sono generalmente buone e ben tenute.

Se hai deciso di noleggiare un auto per spostarti in città o per fare un lungo viaggio che ti porterà dal sud al nord del Paese, qui troverai poche difficoltà.

Tuttavia, la Thailandia è stata da poco etichettata come il Paese nel mondo con il più alto tasso di mortalità a causa degli incidenti stradali.

Ogni anno ci sono 44 morti su 100.000 persone, ossia il 5,1% del totale dei decessi in Thailandia.

Inoltre, non stupisce che il 26% degli incidenti è causato dalla guida in stato di ebbrezza.

Gli incidenti possono accadere anche mentre si cammina sul marciapiede, quindi suggerisco una valida assicurazione di viaggio.

Insomma, qualunque sia la tua decisione, ti suggerisco di essere molto cauto quando guiderai lungo le strade thailandesi.

Ma di cosa si ha bisogno per guidare in Thailandia?

Semplice, dovrai essere in possesso o di una patente di guida Thailandese o di un permesso di guida internazionale.

A questo proposito ti racconto una storia.

Ero appena arrivato a Chiang Mai, e insieme al mio amico Stefano, avevo affittato il motorino per fare un primo giro di perlustrazione della città.

Devi sapere che in Thailandia è molto facile affittare le moto e i motorini. È richiesto solo un documento di riconoscimento, meglio se è il passaporto.

Dopo aver firmato i documenti di trasporto (che includono anche l’assicurazione), siamo partiti per raggiungere il nord della città.

Dopo appena 10 minuti, abbiamo incontrato un blocco della polizia.

Davanti a noi vediamo una schiera di poliziotti vestiti di marrone e con un buffo fazzoletto a fiori intorno alla bocca, credo per difendersi dall’alto tasso di inquinamento.

Ci fermano e, sebbene avessimo con noi la nostra patente di guida Italiana, ci hanno chiesto immediatamente il permesso di guida internazionale.

Dopo una lunga discussione durata ben 20 minuti, siamo tornati a casa con due multe da 20€ a testa.

Da pagare immediatamente sul posto!

Paese che vai, esperienza che fai.

Viaggiare-in-Thailandia

Ecco di seguito come noleggiare la tua auto:

– PROCEDURA PER NOLEGGIARE UN AUTO IN THAILANDIA –

1) I PREZZI

Il noleggio di una macchina in Thailandia varia a seconda della località e della scelta della compagnia di autonoleggio.

Tuttavia, le principali compagnie di autonoleggio internazionale come l’Avis e Budget tendono ad offrire dei prezzi standard.

L’altro fattore principale che influenza il costo del noleggio è la dimensione e il modello dell’auto.

Il costo del noleggio di una piccola auto economica parte dai 700 THB al giorno,  quello di una macchina più prestigiosa si aggira sui 3000 THB al giorno.

Oltre al prezzo del noleggio c’è da pagare l’IVA del 7%, che però solitamente è già inclusa nel prezzo.

Generalmente il costo del noleggio viene calcolato per 24h. Se decidi di restituire l’auto più tardi rispetto all’orario concordato, dovrai pagare un supplemento.

Infine, prima di noleggiare l’auto, ti suggerisco di comparare i prezzi di più agenzie di autonoleggio.

Durante i miei viaggi nel sud-est asiatico, mi avvalgo sempre dell’ottima RENTALCARS!

2) I DOCUMENTI

Una volta scelta la vettura con cui esplorare la Thailandia, dovrai consegnare i documenti all’agenzia di autonoleggio.

Per noleggiare un’auto in Thailandia è necessario firmare un contratto di noleggio auto, ossia un documento che tutela sia l’automobilista che la società di noleggio.

Anche se si è tentati di sfogliare il contratto e firmarlo il più velocemente possibile, la mancata lettura e la piena comprensione di tutti i termini e le condizioni potrebbero portare a problemi in seguito.

Ti consiglio dunque di prenderti un po’ di tempo per leggere tutte le clausole 😉

Come ho già detto, per guidare in Thailandia avrai bisogno di possedere, oltre alla normale patente di guida, il permesso di guida internazionale.

L’età minima per guidare la vettura è valutata dalla compagnia che ti affitta l’automobile. Alcune aziende la fissano a 21 anni, mentre altre a 23 anni.

La maggior parte delle compagnie di noleggio richiedono infine una patente di guida della durata minima di un anno, mentre le auto di lusso sono spesso riservate ai conducenti più anziani e più esperti.

Consegnati i documenti, arriva il momento di pagare.

Sebbene la maggior parte delle compagnie di autonoleggio preferiscano che i conducenti paghino con la carta di credito, alcune aziende accettano anche i contanti o i bonifici bancari.

La Visa e la MasterCard sono accettate in tutta la Thailandia, mentre altre carte di credito come l’American Express o la Diners Club non possono essere utilizzate ovunque.




3) IL CONTROLLO

Prima di firmare il contratto di noleggio, è necessario condurre un’ispezione completa dell’auto insieme ad un membro dello staff.

Ci sono molte cose a cui prestare attenzione.

Se, ad esempio, si notano dei graffi, delle ammaccature o altri danni, avverti immediatamente il membro dello staff e accertati che siano annotati.

Assicurati che le targhe della macchina siano ben posizionate e che gli pneumatici siano correttamente gonfiati e con un’usura non eccessiva ed uniforme.

Cerca, di farti rilasciare un registro/inventario, firmato da entrambe le parti, dove siano annotate le condizioni del’auto, per evitare di essere accusato di un determinato danno al momento della restituzione del veicolo.

Passiamo ora ad un capitolo molto importante: la scelta della compagnia di noleggio.

– LA SCELTA DELLA COMPAGNIA DI AUTONOLEGGIO – 

noleggio-auto-thailandia-patenteIn Thailandia esistono numerose compagnie di autonoleggio, sia nazionali che internazionali.

Poiché i costi variano a seconda della compagnia, della scelta dell’auto e dalla copertura assicurativa, suggerisco di controllare i prezzi usando un sito web che riesca a compararli.

A mio avviso, il migliore è RENTALCAR!

Passiamo ora alle principali compagnie di autonoleggio in Thailandia:

  1. AVIS
  2. EUROPCAR
  3. SKYSCANNER

1) AVIS

Avis è un’importantissima compagnia di autonoleggio internazionale che ha sede nelle principali città thailandesi, come ad esempio Bangkok, Hua Hin, Phuket e Chiang Mai.

Insomma, le città preferite dai turisti che ogni anno visitano le bellezze della Thailandia.

Se desideri noleggiare un’auto per un giorno, dovrai pagare tariffe leggermente più alte rispetto alle altre compagnie di autonoleggio.

Se, viceversa, decidi di noleggiare una vettura per un medio/lungo periodo, Avis saprà soddisfare ogni tua esigenza a prezzi concorrenziali.

L’età minima per noleggiare un’auto è di 23 anni e il prezzo stimato varia dai 1500 ai 2800 THB.Prenota-la-tua-auto

2) EUROPCAR

Con oltre 3800 sedi in tutto il mondo, Europcar è, ad oggi, la più grande compagnia di autonoleggio nel mondo.

Il prezzo medio di un noleggio è solitamente più alto rispetto alle  altre società, ma c’è anche da dire che la compagnia offre diversi extra come ad esempio l’autista privato, il seggiolino per i bambini più piccoli e una valida copertura assicurativa.

Le principali aziende automobilistiche con cui lavorano sono la Nissan e la Mitsubishi, ma puoi anche scegliere macchine di lusso o addirittura camion.

L’età minima per noleggiare un’auto è di 21 anni e il prezzo stimato varia dai 900 ai 2200 THB.

Accettano contanti.Prenota-la-tua-auto

3) SKYSCANNER

Skyscanner è un sito web molto famoso per quanto riguarda i servizi di confronto dei prezzi quando si tratta di prenotare un volo.

In pochi sanno che offre anche un servizio di confronto prezzi tra hotel e auto.

Ciò rende Skyscanner una buona opzione se hai deciso di noleggiare un’auto.

Skyscanner offre diversi modi per cercare e filtrare le tue preferenze, ad esempiotramite siti di prenotazione, tipi di auto e classi e criteri di ritiro.

Tuttavia, noleggiare una macchina da Skyscanner richiede ulteriori passaggi poiché la prenotazione deve essere completata su siti esterni.

Se desideri avere più informazioni, CLICCA QUI!.

Prenota-la-tua-auto

Prima di concludere questo articolo, ti suggerisco di leggere il post che ho scritto sulle assicurazioni viaggio.

Credimi, è veramente importante avere un’assicurazione quando si parte per un lungo viaggio o se si decide di trasferirsi in un altro paese.

Le assicurazioni che ho preso in considerazione (tutte provate sulla mia pelle) sono 3:

1) ASSICURAZIONE VIAGGIO COLUMBUS
2) ASSICURAZIONE VIAGGIO AXA
3) WORLDNOMADS

Per ogni dettaglio, leggi attentamente questo articolo.

Buon viaggio e buona “terra dei sorrisi”!

Francesco

[…]

Ehi, aspetta un attimo prima di cambiare pagina.

Se sogni di trasferirti ma non sai da dove cominciare, ecco un test che ti aiuterà a capire qual è la strada da percorrere.

Cose da sapere 001

Cose da sapere 003

Cose da sapere 002Cose da sapere 004

Cose da sapere 005

Cose da sapere 006

Cose da sapere 007

Bene, ora siamo davvero pronti.

Clicca qui e scarica gratuitamente la guida che ti svelerà quali sono le 11 cose da sapere prima di trasferirsi all’estero…

In bocca al lupo!

Francesco

Banner chiusura articolo

About the Author

Francesco Menghini è filmaker, blogger e traveller. Da anni in giro per il mondo è il Founder di Madre in Italy. Grazia Pracilio è content manager e consulente creativo. Autrice TV da molti anni è approdata a Madre in Italy come Co-founder.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.