LAVORARE IN CANADA: I CONSIGLI SU COME INIZIARE – Madre in Italy
X

Il Blog di Madre in Italy

LAVORARE IN CANADA: I CONSIGLI SU COME INIZIARE




 

Hai già fatto un po’ di ricerca su come si vive in Canada?

Se questo Paese ti affascina e ti interessa, molto probabilmente hai già letto il nostro post su cosa devi sapere prima di trasferirti in Canada. Se invece non lo hai letto, ti consiglio di farlo cliccando qui.

Hai finalmente deciso di partire oppure stai valutando pro e contro che indirizzano le tue scelte? Ottimo, approfondiamo allora un argomento che senza dubbio è prioritario: Il lavoro in Canada.

Dei miei amici che vivono in Canada ripetono spesso questa frase: “se vuoi venire in Canada è per migliorare la qualità della tua vita”.

 

Il Canada infatti è un paese dalle ottime possibilità, ma è doveroso presentarsi come un lavoratore appassionato e competente, per poter arricchire se stessi e il Paese.

Fatta questa premessa, entriamo nel vivo di questo post e iniziamo…

LAVORARE IN CANADA: I CONSIGLI SU COME INIZIARE

lavorare-all'estero

Vediamo quali sono i passi essenziali per trovare un lavoro in Canada.

Il mio curriculum va bene per il Canada?

Paese che vai, resumé che trovi.

Il CV, in Canada, è leggermente diverso da quello utilizzato nel resto del mondo. È sempre meglio presentare se stessi e le proprie competenze del modo più adatto agli occhi di chi lo leggerà: spesso è il primo e unico step in cui si viene notati e chiamati per un colloquio.

Ecco perché è meglio evitare parlare di se stessi ad ampio raggio ma adattare il proprio CV per ogni azienda a cui si invia.

Il consiglio è quello di focalizzarsi su quelle competenze che faranno capire a chi leggerà il CV che sei la persona giusta per quel lavoro, la persona che porterà reali benefici all’intera azienda.

Inserisci quei traguardi specifici che ti possono mettere in una luce migliore per quella specifica posizione lavorativa.

Ecco quali sono i dati che non devono mai mancare, in quest’ordine, in un curriculum canadese:

  • Dati personali – data di nascita, sesso e stato civile non sono richiesti in Canada sul CV, quindi non menzionarli.

Cerca di inserire un indirizzo in Canada e, soprattutto, un numero di cellulare canadese. La stessa cosa vale per l’indirizzo e-mail: possibilmente crea un nuovo indirizzo su un dominio canadese e rendilo il più professionale possibile; nome e cognome è l’accoppiata migliore.

Aggiungi in tuo profilo LinkedIn: come in Italia, questo social network è particolarmente utile per trovare lavoro. Lì ci saranno tutte le informazioni aggiuntive su di te.

Un esempio? Ecco quello di Francesco!

  • Riassunto della carriera professionale

Non rendere il riassunto della tua carriera professionale una pagina Wikipedia: non è una serie di date (ho iniziato qui…poi ho fatto questo…) ma è un abstract dei tuoi obiettivi e del perché sei proprio tu la persona che fa al caso dell’azienda.

Tre o quattro frasi bastano, per raccontare cosa ti rende diverso dagli altri e perfetto per quella posizione.

Per personalità, soft skills, competenze specifiche, quello che ritieni più rilevante. Comincia spiegando in modo chiaro e diretto il tuo obiettivo. Se ambisci ad una specifica posizione, dillo subito.

Inserisci gli anni di esperienza rilevante per la posizione ed evita qualità generiche (onesto, appassionato). Piuttosto elenca traguardi specifici che parlano di quelle qualità.

  • Elenco delle esperienze di lavoro  

Il grande rischio di ogni CV è quello di annoiare. Meglio non farlo con un elenco piatto e ripetitivo di mansioni. Per ogni posizione lavorativa che elenchi, inserisci solo qualche dettaglio rilevante: scrivi quali problemi ti si sono presentati, come li hai affrontati e i risultati che hai avuto risolvendoli.

La pratica parla molto di più delle frasi fatte. Ricorda: fai questo lavoro per ogni posizione per cui invierai il CV. Ognuna è differente e merita la stessa attenzione. Inoltre avrai più possibilità di farti notare.

  • Carriera scolastica e universitaria

Lo stesso discorso vale per la carriera universitaria. Sottolinea quei corsi o quelle esperienze che ti hanno plasmato per ruoli lavorativi come quello a cui stai aspirando.

Conta che chi leggerà il tuo CV impiegherà meno di un minuto per trovare dettagli interessanti: focalizzati su quelli. Scrivi frasi corte, chiare e ben comprensibili.

Non scrivere in prima persona ma usa frasi impersonali (Had experience in…). Inserisci solo le esperienze professionali che sono un plus per la posizione a cui stai ambendo.

Dai loro risalto!

Non raccontare che sei in Canada per un anno di transizione o per un lavoro temporaneo: le aziende prediligono chi emigra in Canada per costruire un futuro lavorativo solido e ambizioso.

Non dimenticare che è buona norma, anche in Canada, allegare una cover letter all’invio del CV: una breve descrizione delle caratteristiche che ti rendono perfetto per quella posizione lavorativa. Un servizio molto interessante a riguardo lo offre il governo canadese con consigli e dritte per scrivere una cover letter che viene apprezzata dai recruiter.

Fermiamoci un attimo.

Se il post è di tuo gradimento, ti chiedo un piccolo favore. Un click qui sotto significa che apprezzi il nostro lavoro…

Clicca qui sotto invece, se vuoi seguire gli articoli del  blog personale di Francesco:

Articoli che potrebbero interessarti:

TROVARE LAVORO IN CANADA: I PASSI ESSENZIALI

canada-lavoroCome in tutti i Paesi, trovare lavoro in Canada può essere complesso.

Per questo imparare molto sulla cultura del lavoro canadese e sul background aziendale di dove si vuol fare domanda è importante: farsi trovare preparati è essenziale. Ricorda che non sono solo le cosiddette hard skill (competenze tecniche) a renderti un gran lavoratore; sono le soft skill a fare di te un ottimo candidato.

Le soft skill possono essere descritte come quel pacchetto di capacità extra-tecniche del tutto personali, che possono dare valore aggiunto al tuo profilo.

Le capacità comunicative, di problem solving, gli atteggiamenti positivi, l’adattabilità e il lavorare sia in gruppo che in modo individuale allo stesso livello sono dei grandi plus.

Detto questo, ricorda che per lavorare in Canada avrai anche bisogno di un Social Insurance Number (SIN), un codice personale che ti permette sia di lavorare sia di accedere ai programmi e ai benefici governativi.

È sempre saggio contattare un’organizzazione per immigranti per avere tutto il supporto possibile mentre si cerca lavoro in Canada.

Tra i servizi offerti ci sono alcuni workshop per scrivere o rivedere il proprio CV.

Partire-per-il-canada

Se vuoi dare già un’occhiata alle posizioni aperte basta andare a curiosare sulla Job Bank, la più grande risorsa governativa per cercare lavoro. Inserendo il titolo per cui si vorrebbe fare richiesta e la località si trovano tutti gli annunci disponibili, con dettagli aggiuntivi come la disponibilità (part-time, full-time) e si possono ricevere degli alert non appena viene inserito un nuovo annuncio.

Nell’elenco ufficiale del Governo Canadese di risorse utili a cercare lavoro si possono trovare opportunità interessanti: da posizioni nel servizio pubblico a quelle decisamente più naturalistiche e mozzafiato nei parchi naturali.

Altri tre siti utili per trovare lavoro in Canada sono:

CREDENTIAL ASSESSMENT: DEVO FAR VALUTARE LE MIE COMPETENZE

LAVORO-IN-CANADA-PER-ITALIANI




 

 

Dopo aver rinfrescato il tuo CV, allargato la tua conoscenza sulla cultura lavorativa canadese e dato un’occhiata alle posizioni aperte, ricorda che dovrai far valutare le tue credenziali professionali che hai ricevuto fuori dal Canada, tramite un Educational Credential Assessment (ECA).

L’ECA verificherà diploma, laurea e precedenti esperienze lavorative, in modo da controllare se le tue credenziali siano in linea con gli standard canadesi, se hai bisogno di maggior formazione o esperienze, e per capire per quali posizioni tu sia più qualificato.

Per la quasi totalità dei lavori è necessario un permesso, per pochi altri non è necessario.

Sul sito del governo canadese, puoi capire se la tua posizione ne ha bisogno e come fare per ottenerlo.

Express Entry: quali sono i requisiti?

Da gennaio 2015 il Canada ha un nuovo sistema per gestire il flusso in entrata di lavoratori, chiamato Express Entry.

C’è anche un link utile allo strumento Come To Canada, per verificare se si raggiungono i requisiti.

Dopo aver scoperto se la posizione a cui ambisci rientra nel programma di Federal Skilled Workers, Federal Skilled Trades e Canadian Experience Class, ecco due dritte per i requisiti minimi di esperienza lavorativa per rientrare nel programma Federal Skilled Workers:

  • Almeno 1 anno di esperienza lavorativa (1560 ore, 30 ore alla settimana), continuativa full-time oppure lo stesso ammontare part-time
  • Lavoro retribuito (volontariato e stage non retribuiti non contano)
  • Nello stesso posto di lavoro
  • Negli ultimi 10 anni
  • Di skill type 0 oppure livello A o B nel National Occupational Classification (NOC)

A livello linguistico, invece, è necessario:

  • Raggiungere il livello base del Canadian Language Benchmark (CLB), che è 7
  • Effettuare un test di lingua  approvato da Immigration, Refugees and Citizenship Canada (IRCC).

Bisogna ribadire che si raggiungono i requisiti, includendo i risultati del test, nella domanda di Express Entry.

I risultati del test non devono essere più vecchi di due anni dalla data di applicazione.

Che dici, sei pronto alle pratiche per cercare lavoro in Canada?

Lo so: la strada può sembrare lunga e tortuosa, ma con il supporto giusto e le dovute competenze trovare lavoro in Canada può essere l’inizio di una nuova vita oltreoceano con uno standard molto alto.

Bene, allora armati di pazienza, CV e concentrazione: fai i primi passi nel mondo del lavoro canadese!

_____________________________________________________________________________________________________________________________________________

Segui Madre in Italy su Facebook, Twitter e Instagram

About the Author

Alessandra Arpi è giornalista, blogger e consulente digitale. Ha vissuto ad Albany (New York) e ha viaggiato molto per gli Stati Uniti e il Canada. Appena può scappa zaino in spalla per nuove avventure. Ama la cultura anglosassone, i libri di Franzen e le serie tv.

4 Comments

  1. luigi
    Posted on marzo 13, 2017 at 1:58 pm

    Salve, sono un laureato cinquantenne in economia aziendale con master universitario di II livello in Finanza e controllo di gestione, conseguito all’Università di Pisa. Insegno economia aziendale in una università privata ad Olbia, dove vivo ed opero. Sono nato e cresciuto tra Viterbo e Roma, ma ormai da circa un paio di mesi ho maturato concretamente l’idea di trasferirmi in Canada. Sono aperto a tutte le soluzioni, anche se preferirei Vancouver o comunque la British Columbia. So che é molto difficile, ma vorrei partire con una qualsiasi offerta lavorativa, anche perché mi vorrei trasferire io per poi farmi raggiungere dalla mia famiglia (ho una moglie medico ed una figlia di undici anni). La mia domanda é la seguente: c’é la possibilità di insegnare, anche in scuole minori, o é necessaria qualche certificazione? Siccome ho anche una vasta esperienza commerciale, é improponibile pensare di poter essere interpellato per qualche ruolo aziendale? Ho chiesto l’Express entry e risulterei idoneo, ma il tutto scade il 31 Marzo prossimo.Grazie. Luigi.

    • Madre in Italy
      Posted on marzo 13, 2017 at 5:52 pm

      Ciao Luigi, sia per l’Express Entry che per altre possibili soluzioni, sia con i visti che con le opportunità di lavoro, può aiutarti lo staff che abbiamo in Canada, con sedi sia a Vancouver che in altre città e che per te possono essere un ottimo punto di riferimento.

      La prima cosa che ti chiederanno di fare è riempire un questionario che permette loro di valutare la tua posizione per fornirti le variabili possibili.

      Ti chiedo dunque di scrivere a questo indirizzo mail: madreinitalycanada@gmail.com

      Inoltre, il 21 marzo ci sarà un webinar diretto da Rose Bascio, regulated immigration consultant, a cui potrai rivolgere ogni quesito.

      Lo trovi a questo link: https://madreinitaly.info/webinar-come-vivere-e-studiare-in-canada/ Affrettati, che sono rimasti pochi posti.

      Un abbraccio
      Francesco

  2. Bianca
    Posted on novembre 6, 2017 at 8:42 am

    Salve, vorrei fare una domanda.
    Siamo una coppia, due giovani ingegneri che si vorrebbero trasferire in Canada. Io lavoro quasi da 4 anni mentre il mio compagno da meno di 1. Volevamo fare un nuovo curriculum per poi inviarlo alle varie aziende tramite i vari siti di proposte di lavoro che ci sono sul vostro sito.
    Non ho però capito una cosa: devo richiedere l’express entry? Perché io sarei eleggibile, mentre il mio compagno non ha le ore di lavoro minime.

    Grazie
    Bianca

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.