GUIDA RAGIONATA PER CHI DEVE PASSARE PIU’ DI 24H ALL’AEROPORTO DI ABU DHABI – Madre in Italy
X

Il Blog di Madre in Italy

GUIDA RAGIONATA PER CHI DEVE PASSARE PIU’ DI 24H ALL’AEROPORTO DI ABU DHABI




 

Ti è mai capitato di fare scalo in un aeroporto e doverci trascorrere molte ore?

Se la tua risposta è affermativa, saprai quanto questa lunga attesa possa diventare faticosa, stancante e snervante.

È per questa ragione che nasce la guida ragionata per chi deve trascorrere molte ore all’aeroporto di Abu Dabhi, ed è pensata per alleviare e rendere meno pesante la tua sosta prima della partenza dell’aereo successivo.

Entriamo subito in una ipotesi pratica…

Supponiamo che arriverai alle 5 del mattino all’aeroporto di Abu Dabhi.

Quale scenario potresti trovarti davanti? La cosa più probabile è che troverai tutti i negozi, i ristoranti e i bar chiusi. La prima domanda più ovvia che ti potresti porti è: e ora cosa faccio?

Non preoccuparti!

È’ il tipico problema di chi viaggia per lavoro o per divertimento su lunghe tratte.

Per chi prende spesso aerei infatti, ritrovarsi a trascorrere diverse ore in qualche aeroporto del mondo, non è poi così difficile.

Per questo motivo e per esperienza personale, il post che stai per leggere è dedicato a tutte quelle persone che per qualche motivo si sono trovati a passare più di 15 ore all’aeroporto di Abu Dabhi.

Ma partiamo dal principio…

Sono atterrato all’aeroporto alle 5 del mattino, dopo un viaggio durato poco più di 6 ore, partito da Roma Fiumicino.

Viaggiare è la mia passione, lo ripeto ad ogni occasione, ma devo confessarti che i viaggi in aereo che durano più di 5 ore, sono diventati un po’ difficili da sopportare…

…soprattutto quando in aereo capiti vicino ad un bambino di 3 anni che ha deciso di piangere e tirare calci per tutto il tragitto, oppure quando all’arrivo al check-in per il controllo passaporti, ti accorgi di aver lasciato il tuo zaino sotto il sedile dell’aereo dove hai provato invano a dormire.

Al termine di un viaggio simile, le opzioni sono 2:

  1. Decidi di continuare a volare da un paese all’altro perché adori tutti gli aspetti e il fascino del viaggio (anche gli imprevisti);
  2. Decidi di optare irrimediabilmente per una vita più calma, prevedibile e sedentaria, magari sorseggiando un drink davanti ad un camino.

Beh, nel mio caso questo dubbio non è mai stato un dubbio perché senza neanche pensarci, so che certamente preferisco viaggiare 😉

Dunque, una volta atterrato ho passato quasi 24h all’aeroporto di Abu Dabhi, chiuso in un luogo che somiglia più ad una giostra che ad una sala d’attesa che dovrebbe accogliere le persone provenienti da tutto il mondo.

Ho dovuto sostare 24ore in attesa di prendere il secondo aereo che mi avrebbe portato da Abu Dabhi a Kuala Lumpur.

Ecco come le ho trascorse!

Ho passeggiato in lungo e in largo almeno una ventina di volte, ho visto i negozi, ho bevuto e consumato drinks nei bar, sono andato alla toilette più volte, ed ho anche partecipato al tour gratuito che la direzione dell’aeroporto offre a chi deve rimanere per più di un giorno in questo luogo “tecnomoderno”.

Insomma, è ufficiale: da domani potrei anche offrirmi come accompagnatore turistico all’aeroporto internazionale di Abu Dabhi.

Fatta questa premessa, e dopo aver studiato approfonditamente i pro e i contro di questo aeroporto, passiamo nel vivo di questo articolo.

Solo una nota: le foto che vedrai in questo post, sono state scattate dal sottoscritto, e sono il frutto delle interminabili ore passate a camminare da un terminal ad un altro.

Inoltre, prima di iniziare la lettura, ti consiglio di prendere le tue cuffie preferite, mettertele e cliccare “Play” sulla traccia qui sotto.

È stata la colonna sonora della mia lunga attesa ad Abu Dhabi 😉

Fatto? Bene, ora possiamo davvero cominciare.

GUIDA RAGIONATA PER CHI DEVE PASSARE PIU’ DI 24H ALL’AEROPORTO DI ABU DHABI

Innanzitutto una bella notizia: in caso arrivassi all’aeroporto di Abu Dhabi in notte fonda, niente panico, troverai tutti i negozi aperti.

È facile capire il perché…

L’aeroporto di Abu Dhabi (AUH) è il secondo aeroporto più grande degli Emirati Arabi Uniti ed è quello più in rapida crescita rispetto agli altri.

Ad Abu Dhabi confluiscono circa 30 compagnie aeree dirette verso più di 100 destinazioni.

Situato nella capitale degli Emirati Arabi, l’aeroporto funziona h24, sette giorni su sette, e grazie a questo servizio riescono a non “confondere” il viaggiatore appena arrivato.

Tra i numerosi progetti attualmente in costruzione, c’è quello di creare l’innovativo Midfield Terminal Building, che aumenterà la capacità complessiva dello scalo a circa 45 milioni di passeggeri all’anno.

Numeri da brividi, possibili solamente in queste zone della terra!




 

Un’altra curiosità da sottolineare è il fatto che l’aeroporto è il primo della regione ad automatizzare tutti i processi del check in, facilitando la vita ai passeggeri di qualsiasi nazionalità, che in questo modo non dovranno avere problemi di transito.

Per aiutarti a pianificare la tua lunga sosta, qui sotto ho elencato la qualità dei servizi che l’aeroporto offre a chi dovrà passare qui la notte:

  • L’aeroporto di Abu Dhabi dispone di 3 terminal raggiungibili tramite un servizio navetta h24, 7 giorni su 7. Ad ogni terminal troverai i desk informativi dove potrai chiedere informazioni di ogni genere. Chiaramente, in lingua inglese.
  • I bagni non sono puliti, o almeno io non li ho trovati puliti, quindi ti consiglio di portare con te un disinfettante. In caso non lo avessi, potrai acquistarlo in uno dei negozi all’interno dell’aeroporto.
  • All’arrivo in aeroporto troverai lunghe file pressoché ovunque. Armati di pazienza, e una buona distrazione sarà lo smartphone con cui potrai passare il tempo mentre attendi il tuo turno, a meno che tu non sia in compagnia, e questo rende tutto più leggero.
  • La connessione Internet è gratuita. Durante la mia permanenza sono riuscito a navigare facilmente, ma non ho potuto fare chiamate Whatsapp a causa del segnale un po’ debole.
  • L’aria condizionata è molto alta (ossia la temperatura è bassa). Ti consiglio di portarti un maglione e una felpa da indossare soprattutto durante la notte.
  • Ho avuto un po’ di difficoltà a trovare un bancomat (ATM) che accettasse la mia carta MasterCard, sebbene i punti bancomat sia in tutti e tre i terminal. Ci sono inoltre 16 uffici di cambio moneta (travelex) aperti anche la notte.
  • Se stai viaggiando con i tuoi figli, non preoccuparti. L’aeroporto offre strutture dedicate ai bambini di ogni età.
  • L’aeroporto è molto affollato. Tuttavia, troverai posti a sedere un po’ ovunque, però non sono molto comodi. Io, ad esempio, sono riuscito a dormire per circa 6 ore a terra, su una soffice moquette. 😉 Ti consiglio comunque di portarti una coperta e soprattutto un paio di tappi per le orecchie.
  • L’aeroporto è pieno di ristoranti e caffetterie. I prezzi sono molto alti e soprattutto, la qualità del cibo è un po’ scarsa. Tuttavia, sono riuscito a stare seduto per circa 7 ore a scrivere questo post, senza che nessuno mi disturbasse o mi chiedesse di alzarmi.

Ora facciamo una piccola pausa. Ecco alcuni dei miei scatti…

voli-abu-dhabi-milano-malpensa

Passiamo ora ai servizi a pagamento…

Se infatti viaggi in Economy e non vuoi dormire a terra, potrai acquistare un pass che ti farà diventare membro speciale dell’aeroporto.

In questo caso potrai accedere ad una delle tre lounge disponibili.

Eccole:

  • AL REEM LOUNGE: Ubicata nel Terminal 1, la struttura offre dei servizi molto utili a chi deve passare molte ore in aeroporto. La struttura è aperta h24 ma non ha la zona per dormire comodamente. Nel momento in cui sto scrivendo il post, accedere alla lounge per 6 ore costa circa 40 Sterline.
  • AL DHABI LOUNGE: Anche questa è ubicata al terminal 1. Offre identici servizi alla AL REEM LOUNGE ma il costo per 6 ore è leggermente più alto.
  • AL GHAZAL LOUNGE: Ubicata al Terminal 2, la lounge offre identici servizi alle altre due lounge. Il prezzo per 6 ore è di circa 30 sterline.

Se invece desideri dormire in hotel, l’aeroporto dispone di alberghi per ogni tipo di tasche.

Ora, fermiamoci un istante. Se apprezzi questo articolo ti chiedo un piccolo favore. Un click qui sotto mi farebbe mooooolto felice:

Clicca qui sotto invece, se vuoi seguire gli articoli del mio blog personale:

Ecco i principali:

  • AEROTEL ABU DHABI AIRPORT HOTEL Si tratta di un hotel unico nel suo genere progettato per ospitare i passeggeri in transito. Ubicato vicino al terminal 1, offre servizi impeccabili a discapito di prezzi, a mio avviso un po’ troppo alti.
  • GOSLEEP SLEEPING PODS Ubicato al terminal 3, il GOSLEEP non è proprio un hotel. Progettato in Finlandia, la struttura dispone di ambienti studiati per i passeggeri che desiderano riposare in un ambiente tranquillo lontano dai rumori tipici dell’aeroporto.
  • PREMIER INN ABU DHABI Ubicato tra i terminal 1 e 3, il Premier inn è stato progettato per gli uomini d’affari in transito all’aeroporto. L’hotel offre agli ospiti camere confortevoli e servizi mirati ad accogliere nel migliore dei modi il cliente.

Bene, ora posso finalmente comunicarti che dopo aver visitato, studiato, approfondito e sostato in questo aeroporto per 24Ore, è finalmente arrivato il momento di ripartire!




 

Spero che questa guida/diario possa rivelarsi utile per il tuo viaggio con scalo Abu Dabhi!

Buon viaggioooooooo

_____________________________________________________________________________________________________________________________________________

Segui Madre in Italy su Facebook, Twitter e Instagram

 

About the Author

Francesco Menghini è filmaker, blogger e traveller. Da anni in giro per il mondo è il Founder di Madre in Italy.
Grazia Pracilio è content manager e consulente creativo. Autrice TV da molti anni è approdata a Madre in Italy come Co-founder.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.