COME AFFRONTARE UN COLLOQUIO DI LAVORO IN INGLESE – Madre in Italy
X

Il Blog di Madre in Italy

COME AFFRONTARE UN COLLOQUIO DI LAVORO IN INGLESE




 

Appena si arriva in un Paese anglosassone ci si accorge subito delle enormi differenze con l’Italia.

Dalla ricerca di un lavoro all’affitto di una stanza capisci immediatamente che il tuo soggiorno nel Regno Unito non sarà così facile. Dovrai abituarti a così tanti cambiamenti e molte volte penserai di non farcela. Ma…

NEVER GIVE UP

Le cose da fare sono tante. Prima fra tutte le ricerca di una stanza che sia abbastanza pulita da non dover inventare bugie a tua madre che vorrà venirti a trovare (si sa, le case nel Regno Unito sono sporche e maleodoranti anche a causa della moquette presente in ogni stanza).

Una volta trovata la propria sistemazione, sarà la volta della ricerca di un lavoro.

Il 65% dei ragazzi che arrivano a Londra o in qualsiasi altra città del Regno Unito, cercherà un impiego nella ristorazione. Con il Curriculum in mano macineranno chilometri e chilometri in cerca di ristoranti italiani. Lo lasceranno al primo cameriere che gli andrà incontro e lo vedranno gettare su un enorme pila di CV che non guarderanno mai.

Inutile nasconderlo. A molti di questi ragazzi ci vorranno settimane prima di essere chiamati. E molti di loro, una volta terminati i propri risparmi, torneranno in Italia con la coda tra le gambe.

Ti sei mai chiesto perché? Pensi di essere stato meno fortunato di altri o pensi di aver sbagliato qualcosa? Darti una risposta non risolverà di certo il problema.

Sono a Londra dal 1997. Anch’io quando arrivai nel Regno Unito iniziai subito a fare il cameriere. Ma era vent’anni fa e gli italiani non erano nemmeno 10.000. Da quel giorno ho fatto tantissimi mestieri. Cameriere, cuoco, receptionist, ho lavorato presso le più importanti aziende inglesi ed oggi, per mia fortuna, ho fatto carriera.

Londra ti dà sempre un’altra possibilità ed è per questo che la amo.

Durante la mia vita lavorativa ho letto tantissimi CV.

Ho fatto centinaia di interviste a ragazzi che come te, desideravano un posto di lavoro. Ho scritto questo post per darti dei suggerimenti su come affrontare un colloquio di lavoro in inglese.

Bene, ora prendi carta e penna e iniziamo!!!

Leggi anche:

Inoltre, se hai bisogno di un professionista che ti aiuti a scrivere o a revisionare il tuo curriculum vitae, non esitare a contattarci!

Come affrontare un colloquio di lavoro in Inglese

Cercare lavoro a Londra1) L’ASPETTO È vero, siamo in Inghilterra. La patria del punk, del rock e di tutte quelle controculture che sono diventate famose nel mondo. Camminando tra le strade di Londra ti accorgi del miscuglio di razze che nel corso dei decenni si è andato a fissare nell’immaginario collettivo.

Puoi entrare in una banca e vedere dietro il desk, il tipico indiano con il turbante.

O girare nei sobborghi londinesi e vedere passeggiare una donna con il burqa. Ma quando vai ad affrontare un colloquio di lavoro, cerca di essere sobrio. Darai subito una buona impressione anche nella città più “Underground” del mondo.

2) UTILIZZA GOOGLE ALERT Se il tuo colloquio è presso una famosa azienda inglese, il reclutatore ti farà subito una domanda: Cosa sai della nostra azienda? Per non fare scena muta, ti suggerisco questo semplice strumento che ti aiuterà a ricevere via mail, tutte le informazioni necessarie.

  • Vai su www.google.com/alerts.
  • Digita il nome dell’azienda a cui sei interessato. Ad esempio: BBC ENGLAND.
  • Scrivi il tuo indirizzo GMAIL già connesso a Google.

Entro pochi minuti ti arriverà una mail con sopra tutte le informazioni di cui hai bisogno. Il reclutatore sarà entusiasta di vedere che conosci le novità dell’azienda e farai subito un’ottima impressione.

3) MANTIENI LA CALMA È vero, non stai andando in guerra. È però facile che tu sia molto nervoso soprattutto per il tuo inglese.

Non ci sono validi consigli per questo terzo punto. Quello che ti suggerisco è di essere molto tranquillo poiché il tuo reclutatore farà di tutto per innervosirti. Guardalo sempre negli occhi, sorridi, e se non sai esprimere un concetto in Inglese, fallo con quello per cui siamo famosi in tutto il mondo: le mani.

4) SII CONCISO Uno degli errori più comuni quando si va a fare un colloquio di lavoro è quello di dilungarsi nelle risposte. Non c’è niente di più sbagliato. Cerca di essere conciso e soprattutto, cerca di rispondere con degli esempi. Una cosa è dire di saper fare qualcosa, un’altra è quello di fornire un esempio su come deve essere fatto.

Altra cosa fondamentale è quella di essere onesti. Non scrivere bugie sul CV. I reclutatori leggono centinaia di CV tutti i giorni e sono molto sensibili a queste cose. Se ti scoprono avrai compromesso la tua interview.



Ora, facciamo un esercizio. Di seguito, ho scritto le domande più ricorrenti in un colloquio di lavoro nel Regno Unito. Mettiti comodo davanti ad uno specchio e prova a rispondere.

  1. Parlami di te.
  2. Cosa ti piace fare?
  3. Qual è il sogno della tua vita?
  4. Quali sono le tre cose positive che avrebbe detto il tuo ex capo su di te?
  5. Quali sono i tuoi pregi e quali i tuoi difetti?
  6. Qual è il tuo più grande successo fuori dal lavoro?
  7. Qual è il tuo ultimo libro letto?
  8. Cosa ti piace di questo lavoro?
  9. Cosa conosci e cosa ti piace della nostra azienda?
  10. Quali sono state le tue responsabilità nel tuo ultimo lavoro?
  11. Sei orgoglioso?
  12. Qual è il tuo più grande fallimento e cosa hai imparato da esso?
  13. Perché dovremmo prendere te?
  14. Perché stai cercando un altro lavoro?
  15. Sei disposto a trasferirti?
  16. Devi dare un feedback negativo a qualcuno. Come ti comporti?
  17. Faresti qualcosa di illegale se te lo chiedesse il tuo capo?
  18. Qual è stata la decisione più difficile nel tuo ultimo lavoro e come la hai affrontata?
  19. Che stipendio stai cercando?
  20. Quanto guadagnavi nel tuo ultimo lavoro?

Parli inglese? Allora non ti rimane che guardare questo video:

Spero di esserti stato d’aiuto. Se hai qualche domanda scrivilo qui sotto, nei commenti.

Non mi resta che augurarti buona fortuna!!!!

By Dario

_____________________________________________________________________________________________________________________________________________

Segui Madre in Italy su Facebook, Twitter e Instagram

About the Author

Francesco Menghini è filmaker, blogger e traveller. Da anni in giro per il mondo è il Founder di Madre in Italy.
Grazia Pracilio è content manager e consulente creativo. Autrice TV da molti anni è approdata a Madre in Italy come Co-founder.

2 Comments

  1. Antonella Tromba Says :
    Posted on novembre 30, 2015 at 10:21 pm

    Wow, conosci anche tu engVid Adam è stato l’editor dei post in inglese all’inizio del mio blog.

    • Madre in Italy
      Posted on dicembre 1, 2015 at 10:44 am

      Antonella, io adoro engVid, e la mia preferita è Ronnie. Mi fa fare un sacco di risate ed è un’ottima insegnante 😉

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.