C’E’ UN PROBLEMA AL CHECK-IN: SEI TU (il libro) – Madre in Italy
X

Il Blog di Madre in Italy

C’E’ UN PROBLEMA AL CHECK-IN: SEI TU (il libro)




 

Nel post di oggi vorrei parlarli di Ambr… lo so, lo so:

Ambra di qua, Ambra di la..

Ormai sembra che su internet non si parli d’altro che della “nostra” Ambra!

Da quando è uscito il primo post siamo stati letteralmente sommersi di visite, like e retweet di persone entusiaste all’idea di una guida/raccolta con i suoi tweet migliori.

Probabilmente siamo andati oltre le nostre più rosee aspettative.

Anzi, togliamo il “probabilmente”: te lo do per certo!

Ennesima riprova è il fatto che nel post di oggi parleremo sì di Ambra, ma lo faremo insieme ad un assoluto Top Player della comicità italiana:

GIOVANNI VERNIA!

Eccolo in uno dei suoi video più divertenti:

Giovanni, dai successi di Zelig e in teatro fino al cinema con Carlo Vanzina nel 2013, è oggi un “personaggio social” da oltre 2 milioni di follower tra Facebook e Twitter.

Scusate se è poco: qui festeggiamo l’averne 12.000! 😉

Va da se che per noi di Madre In Italy, cresciuti con il mito di “ESSIAMONOI”, è un autentico privilegio poter scambiare 4 chiacchere con lui, e fargli qualche domanda su cosa ne pensi un comico professionista della comicità di Ambra.

Giovanni, ciao! Prima di tutto grazie dell’assoluta disponibilità: io quando arriverò ad un milione di followers non saluterò più neanche mia mamma!

Comunque, non è di me che dobbiamo parlare.

A meno che non sia tu a volerlo ovviamente.

Parliamo di me, ti va?

Ok.

Scusami.

Siamo seri: parliamo di comicità. Tu sei uno che di tormentoni se ne intende, cosa pensi del piccolo tormentone “OK!” di Ambra?

È normale.

Sì?

Sì.

Ok.

È fantastico. È il tormentone del disagio. Poi è veloce, twit-social-mente perfetto perché usa solo 2 dei copiosi 140 caratteri di un tweet. Insomma è geniale.

Posso rilevarlo? In cambio offro un “Essiamonoi, un Presa, un Ti Stimo Fratello, un A Testa Alta, un Moltodolce, un Hey Ce L’Hai Con Me?!?

Bastano?

Essiamonoi lo prendo volentieri!!! 😀 Possiamo dire che il segreto di questo gradimento del pubblico sia dettato dal fatto che sono fatti reali, raccontati da una persona reale? Probabilmente se fossero stati raccontati in un contesto diverso non avrebbero avuto la stessa ilarità, tu cosa ne pensi? Qual è quello che ti ha fatto ridere di più?

Nella comicità più racconti la realtà più funziona. Per raccontarla però bisogna conoscerla bene altrimenti devi inventare e non sempre ci becchi e diventi solo ridicolo non comico. Se quei tuoi tweet sulla vita di aeroporto li avesse scritti un dentista avrebbero avuto un altro risultato, di sicuro dolorosissimo.

Il più divertente questo. Perché l’ho fatto almeno 3 volte anche io.

Una era il viaggio di nozze: non siamo partiti. Mia moglie è ancora mia moglie. Niente, non ci sono riuscito a liberarmene nemmeno così.

Non la trovo 
Cerchi meglio 
Ha la stampa del biglietto? 
Eccolo. Non sono mica scemo 
Il volo è il 16. Oggi è 15 
Sono scemo
Ok!

Ahhhh! Quindi ti è già capitato di essere un passeggero “da storia” di Ambra! Lo siamo stati tutti almeno una volta, quindi tranquillo. Tra l’altro devo confessarti una cosa che Ambra si vergogna a dirti: una volta ti ha imbarcato davvero. Ma non hai fatto nulla di strano 😀

Non so come abbia fatto a imbarcarmi visto che arrivo sempre con qualche documento che è scaduto, oppure non ce l’ho o sbaglio orario!

Ah vabbè ma allora il prossimo e-book lo facciamo tutto su di te Giovanni, sei stato fin troppo gentile e paziente, non voglio quindi trattenerti oltre: quando ti rivediamo in tv o in teatro?

Presto presto! Sto preparando cose che vi rovineranno l’esistenza ancora per un bel po’ 😉

Giovanni grazie mille! È stato un vero piacere per me!

Un contributo speciale Giovanni ce l’ha dato scrivendo anche la prefazione dell’e-book “C’è Un Problema al Check-In. Sei tu.”

Te ne voglio far leggere un estratto perché, onestamente, a tratti è davvero illuminante.

La dimostrazione di come Giovanni sia un vero e proprio esperto della comicità e delle sue dinamiche, oltre che un grande comico.




 

Ti lascio alla prefazione:

“È sempre stato così e l’ho sempre sostenuto a gran voce: i veri comici siete voi, cioè noi, mi ci metto anche io ovviamente: La razza umana.

In questo caso italica.

E se non credete a me non potete non credere a uno dei più illuminati sceneggiatori della commedia all’italiana, Furio Scarpelli, che sosteneva che la più grande sceneggiatrice fosse la realtà.

Le maschere comiche più riuscite non inventano, attingono a piene mani dalla realtà e la esasperano.

Pensate al ragionier Fantozzi, o al Cetto La Qualunque di Antonio Albanese: in questo caso la maschera è più clemente della realtà.

Ho visto politici parlare e pensare anche peggio del suo esilarante personaggio.

Una volta un famoso dj, uno di quelli che per 40 anni a mettere dischi tutte le sere ne aveva viste parecchie, disse così del mio muccatissimo e storditissimo Jonny Groove, “il tuo non è un personaggio, è un documentario”.

Questo non significa che fosse una maschera riuscita però un tentativo c’era. 

Torniamo a voi cioè a noi, soprattutto a noi italiani: siamo comici nati.”

Bello questo pensiero, vero?

A questo punto non ti resta che leggere il resto.

 

Vendita-libro-di-Ambra_____________________________________________________________________________________________________________________________________________

… e non dimenticare di seguirmi su Facebook e Instagram

About the Author

Francesco Menghini è filmaker, blogger e traveller. Da anni in giro per il mondo è il Founder di Madre in Italy.
Grazia Pracilio è content manager e consulente creativo. Autrice TV da molti anni è approdata a Madre in Italy come Co-founder.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.