BRASILE: E IL SISTEMA SANITARIO? – Madre in Italy
X

Il Blog di Madre in Italy

BRASILE: E IL SISTEMA SANITARIO?

Il Sistema Sanitario brasiliano..

Se stai pensando di trasferirti in Brasile, temporaneamente o meno, è probabile che questo non sia il primo articolo che leggi in proposito.

Le informazioni sono spesso contrastanti e poco chiare, per certi aspetti il Brasile sembra offrire ai suoi cittadini degli ottimi servizi sanitari mentre, per altri aspetti, i difetti non faticano a venire a galla.

Insomma, a partire dal 1988 in Brasile la Sanità Pubblica ha fatto enormi progressi ma non illuderti, i problemi sono ancora molti ed è bene che tu ne venga a conoscenza prima di fare le valige.

Se sei curioso di sapere tutte le qualità e i difetti del Sistema Sanitario Brasiliano ti consiglio di continuare a leggere questo post e se non troverai risposta ad alcune domande non esitare a contattarci o a commentare!

Prima di iniziare però, ti chiedo un piccolo favore. Un click qui sotto significa che apprezzi il mio blog!

Clicca qui sotto invece, se vuoi seguire gli articoli del blog di Francesco:

Approfondisci con questi articoli:

SUS: SISTEMA ÚNICO DE SAÚEDE. IL SISTEMA SANITARIO BRASILIANO

Assistenza-sanitaria-all'esteroCome accade in Italia, anche in Brasile il Sistema Sanitario è gestito da due organizzazioni. La prima è rappresentata dalla Sanità Pubblica: un programma finanziato completamente dallo Stato.

Ecco dunque l’enorme progresso brasiliano degli ultimi anni!

Fino al 1988 infatti, solo coloro che pagavano i contributi potevano accedere alle cure mediche mentre il resto della popolazione non aveva diritto ad alcuna assistenza.

Oggi invece, lo stato brasiliano riconosce l’importanza di un Sistema Sanitario basato sull’uguaglianza e sull’equità, ecco perché l’assistenza non discrimina nessun cittadino. Un ulteriore aspetto positivo riguarda invece i costi: esso è infatti al 100% gratuito! Non si paga davvero nulla e non esistono quindi ticket o altre spese che in Italia sono completamente a carico del paziente.

Il SUS copre non solo visite mediche, esami di laboratorio e permanenze in ospedale ma anche il costo dei medicinali.

Questa bella qualità risulta però essere una fra le cause, forse, del peggior difetto della Sanità Pubblica: i servizi carenti e spesso pessimi che vengono offerti al paziente…

Nonostante gli sforzi gli ospedali scarseggiano di attrezzature e personale il quale (spesso) non parla nemmeno inglese. Le file e le liste d’attesa per gli esami sono lunghe e anche i risultati arrivano dopo diversi giorni.

Insomma, la situazione è così penosa che chi può permetterselo non ci pensa due volte a rivolgersi all’organizzazione concorrente.

IL SISTEMA SANITARIO PRIVATO

Considerate le ragioni appena esposte non ti stupirà sapere che tre ospedali su quattro in Brasile sono privati e la qualità dei servizi è eccellente, specialmente nelle grandi città.

Ogni cittadino è libero di scegliere se affidarsi alla sanità privata ma tale scelta non è esclusiva in quanto mantiene la possibilità di valutare contemporaneamente anche l’aiuto di un medico pubblico.

Il Sistema Sanitario Privato offre quindi servizi a pagamento integrale o a copertura grazie alle diverse assicurazioni sanitarie (Plano de Saúde).

Ma quanto costa?

Inutile dire che non è senz’altro vantaggiosa come quella pubblica e potrai accederne attraverso piani sanitari o scegliendo fra una vastità di polizze assicurative.

La copertura base per una famiglia brasiliana in cui entrambi i coniugi lavorano si aggira attorno ai 300,00 reais mensili ma li esonera totalmente o in parte dalla spesa di eventuali singole visite specialistiche private le quali sono piuttosto costose.

Perché dovrei affidarmi ad una Assicurazione Sanitaria Privata?

  • Ho la possibilità di scegliere il mio medico curante;
  • Posso scegliere l’ospedale in cui sarò curato;
  • I programmi di assicurazione coprono solitamente l’intero territorio brasiliano;
  • Esiste una moltitudine di programmi fra i quali scegliere;
  • Posso comunque usufruire della sanità pubblica.

E se non ho o non voglio un’assicurazione privata in Brasile?

  • Posso usufruire comunque di cure private pagandole singolarmente;
  • Posso stipulare un’assicurazione privata in Italia che preveda la copertura di visite e cure anche in altre nazioni come il Brasile (ottima alternativa per visite temporanee!);

In ogni caso se hai deciso di stipulare un’assicurazione ma ti stai confrontando per la prima volta con questo argomento il consiglio è quello di consultare questo sito in grado di fornirti informazioni sulle diverse compagnie e i loro programmi.

Sfortunatamente la maggior parte delle informazioni sono esclusivamente in portoghese!

AMBULATORI, FARMACIE, OSPEDALI e TESSERA SANITARIA

Assistenza-sanitariaSei ti sei appena trasferito stabilmente in Brasile e hai bisogno di qualche servizio sanitario non devi far altro che procurarti una Cartào Nacional de Saúde (la comunissima tessera sanitaria)

– Ok Barbara, ma come faccio?-

Ti basterà recarti allo sportello dell’ospedale pubblico munito di carta d’identità e un documento che attesti la tua residenza nel paese.

Non dovrai pagare nulla!

A questo punto, se hai bisogno di una visita, dovrai recarti al Posto de Saúde (l’ambulatorio di quartiere) munito di tessera sanitaria. Le visite non sono su appuntamento dunque per non rischiare di inceppare in ore di attesa il consiglio è quello di arrivare molto presto al mattino!

Presso gli ambulatori si possono fare di solito visite mediche generiche e specialistiche, esami del sangue e Pap-test.

Se invece hai bisogno di esami più specifici come TAC, ecografie, lastre ecc. dovrai recarti presso un ospedale pubblico nel quale è presente anche un Pronto Soccorso per le emergenze.

Hai una semplice influenza e non vuoi visitare un medico?

In questo caso sarai felice di sapere che le farmacie in Brasile sono ben fornite ed i farmacisti possono farti una loro diagnosi e somministrare vaccini.

I medicinali (Remédios) sono solitamente piuttosto economici ma cerca di stare comunque attento a ciò che ti viene venduto, capita infatti che i farmacisti si prendano la libertà di vendere medicine che richiederebbero una ricetta. Alcune farmacie inoltre, come la catena Droga Raia sono aperte 24h su 24.

Emergenza?

Se devi chiamare un’ambulanza digita il 192 e cerca di parlare lentamente e mantenere la calma, è probabile che dall’altro capo non capiscano l’inglese!

Il servizio pubblico di ambulanze si chiama SAMU ed è gratuito per tutti i cittadini, in questo caso sarai portato in un’ospedale pubblico.

Se invece vuoi essere portato in un ospedale privato dovrai chiamare anche un’ambulanza privata, la quale ha un numero diverso a seconda dell’ospedale.

Il consiglio a questo punto è di scegliere in anticipo l’ospedale da contattare in caso di emergenza e memorizzare (o annotarsi) il numero giusto di conseguenza!

CURE DENTISTICHE E CLINICHE PRIVATE

Le cure dentistiche di solito non sono coperte dalle assicurazioni sanitarie, ecco perché dovranno essere pagate direttamente o acquistate grazie e singoli piani sanitari.

Il lato positivo è che i dentisti brasiliani sono meno cari rispetto all’Italia e al resto d’Europa anche se, paradossalmente, il livello è alto e i trattamenti moderni.

Allo stesso modo esistono in Brasile alcune cliniche famose e rinomate come il Sìrio-Libanes o l’Hospital Samaritano. In tali strutture i trattamenti sono effettuati con tecnologie all’avanguardia e a prezzi davvero concorrenziali!

Ecco perché spesso chi ha bisogno di particolari trattamenti oculistici, chirurgici o dentistici sceglie di viaggiare fino in Brasile.

CONSIGLI DI VIAGGIO

Per concludere vorrei fare una breve panoramica rispetto ai vaccini e alle precauzioni da prendere nel caso in cui tu stia partendo per il Brasile!

Vaccinazioni:

In molti casi per i cittadini europei e statunitensi il vaccino non è necessario, ma ci sono alcune eccezioni come:

  • Poliomelite: per bambini tra i 6 mesi e i 3 anni
  • Febbre Gialla: se hai trascorso più di tre mesi in un paese ad alto rischio di febbre gialla prima di partire per il Brasile dovrai presentare un certificato internazionale di vaccinazione contro tale malattia. Consulta questo sito per avere una lista completa dei paesi a rischio! Non devono essere vaccinati invece i bambini fra i 6 mesi e 1 anno in quanto potrebbero esserci effetti collaterali anche gravi

Inoltre, per soggiorni superiori alle 4 settimane è raccomandata la vaccinazione contro:

  • Epatite B
  • Rabbia
  • Tifo
  • Tetano
  • Difterite
  • Epatite A.

Ancora una volta spero di esserti stata utile e di aver risposto a gran parte delle tue domande relative al Sistema Sanitario Brasiliano!

In caso contrario non esitare a contattare Madre in Italy!

_____________________________________________________________________________________________________________________________________________

… e non dimenticare di seguirmi su Facebook e Instagram

About the Author

Barbara vive a Bassano del Grappa. Ha iniziato a lavorare come attrice nel 2006 e ancora non è riuscita a smettere. Collabora alla realizzazione di mondi straordinari e vive nella convinzione che il bianconiglio esista davvero. Un giorno la verrà a prendere, nell’attesa scrive per Madre in Italy.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.