COME PORTARE IL TUO CANE IN UK – Madre in Italy
X

Il Blog di Madre in Italy

COME PORTARE IL TUO CANE IN UK

L’estate si avvicina e il pensiero di lasciare a casa il tuo amichetto peloso ti sta facendo impazzire, vero?

Non ti sogneresti mai di abbandonarlo per strada (guai a te!) e non ti va nemmeno di lasciarlo in una pensione (neanche fosse tua nonna) o affidarlo a qualche amico.

L’idea di partenza è chiara: io vado in vacanza, il mio “amico tutto pelo” viene in vacanza con me.. Che c’è di male?

In teoria niente, i problemi arrivano a livello pratico, quando ti rendi conto che forse esportare sostanze illegali è più facile.

Ok, non è esattamente così ma nel caso in cui tu abbia già testato l’esperienza sai di cosa sto parlando. (Portare in vacanza un animale, non trafficare droga).

Ad ogni modo, se fino al 2000 l’idea di portare un cane nel Regno Unito era quasi impensabile a causa delle norme sulla quarantena, oggi non è poi così difficile, o quasi.

Esistono infatti una serie di requisiti e di accertamenti da portare a termine, documenti e permessi senza i quali non riuscirai a raggiungere la meta.

Ecco il consiglio: prima di prenotare qualsiasi volo o tratta via mare accertati di sapere se e come ti sarà possibile far viaggiare il tuo amico tutto pelo, che per comodità d’ora in poi chiameremo Ciubecca (Ciubbi per gli amici).

Posso portare il mio piccolo Ciubecca in Inghilterra?

Come devo fare? Se anche te sei afflitto da questi dilemmi leggi il seguente post e avrai qualche risposta!

ATTENZIONE! HAI TUTTI I REQUISITI?

  • Microchip o tatuaggio: accertati di aver munito Ciubecca del microchip adeguato, deve infatti essere conforme alla Norma ISO (International Standard Organization) 11784 e all’allegato A della Norma ISO 11785. Il suo inserimento deve essere fatto prima della vaccinazione antirabbica e il numero identificativo va registrato nel passaporto e nel libretto di vaccinazione. Il tatuaggio invece è valido solo se fatto prima del 3 luglio 2011.
  • Vaccinazione antirabbica: ricordati di sottoporlo al vaccino almeno 21 giorni prima della partenza.
  • Gli esami del sangue e il trattamento per le zecche non sono più necessari per cani appartenenti all’Unione Europea, è sempre meglio però partire muniti di adeguati antiparassitari.
  • Passaporto: per ottenere il passaporto bisogna rivolgersi all’ASL locale. Ricordati di portare con te tutti i documenti di Ciubecca. Il passaporto servirà a dimostrare che il tenero Ciubbi è munito di microchip, antirabbica e trattamento contro la Tenia.
  • Trattamento contro la Tenia: necessario solo nel caso in cui Ciubecca sia un cane. Nel caso di gatti e furetti take it easy!

Cani in UK

IO NON POSSO ENTRARE!!!

Purtroppo ci sono alcuni amici di Ciubecca che non possono entrare in Inghilterra perché considerati troppo pericolosi, fra questi vi sono:

  • Pitt Bull Terrier
  • Tosa
  • Dogo Argentino
  • Fila Brasiliano

Per maggiori informazioni rispetto alle razze non ammesse nei vari paesi visita la pagina di DOGWELCOME.

Prima però, ti chiedo un piccolo favore. Se il post è di tuo gradimento ti basta fare click qui sotto e rimarrai aggiornato sugli articoli di Madre in Italy:

Clicca qui sotto invece, se vuoi seguire gli articoli del mio blog personale:

Articoli che potrebbero interessarti:

In più, non dimenticarti di consultare la nostra guida su come trasferirsi a Londra e in UK in 5 mosse

CONSIGLI DI VIAGGIO

In aereo: è importante sottolineare che non tutte le compagnie aeree permettono il trasporto di animali, come nel caso di tratte low cost con Ryanair e EasyJet.

Per quanto riguarda le altre compagnie Ciubbi potrà viaggiare assieme ai passeggeri solo nel caso in cui non superi i 10 Kg, quindi le alternative per i sovrappeso (mi si perdoni il termine ingiurioso) sono: dimagrire o viaggiare in stiva.

L’eccezione alla regola è rappresentata dai cani guida, per i quali il problema “peso” non sussiste (via alla doppia razione di crocchette).

Visto e considerato che far viaggiare il povero Ciubbi insieme alle valige non è simpatico il consiglio è quello di evitare i viaggi in aereo.

Nel caso non sia possibile fare altrimenti munisciti di trasportino e prega di essere il primo a prenotare il posto assieme ai passeggeri. (Per tutti gli altri il destino comune sarà in ogni caso la stiva!).

Vuoi avere qualche informazione in più rispetto alla politica delle diverse compagnie aeree? Per evitare qualsiasi problema ti consiglio di contattare telefonicamente o via mail quella interessata e toglierti ogni dubbio.

Traghetto e nave: anche in questo caso le norme cambiano di volta in volta. Probabilmente Ciubecca dovrà alloggiare in un vero e proprio hotel per cani/gatti.

Ci sono invece casi in cui potrà circolare liberamente con il padrone, munito di guinzaglio e museruola (per il cane, non per il padrone) e di trasportino per i gatti.

In ogni caso è piuttosto probabile che anche viaggiando in nave sia necessario un documento che attesti la buona salute di Ciubecca e la vaccinazione antirabbica.

Treni, autobus e metropolitana: una volta che te e il piccolo Ciubbi avrete finalmente oltrepassato la manica e gli ultimi controlli all’aeroporto i vostri problemi dovrebbero essere giunti al termine (almeno per quanto riguarda i mezzi di trasporto).

Infatti gli animali sono solitamente ben accetti in Gran Bretagna, tranne nel caso in cui rappresentino una minaccia.

É comunque opportuno tenerli al guinzaglio o nel solito trasportino. Al contrario, servizi di trasporto Intercity ammettono l’accesso solo ai cani da guida.

Mongolfiera: nel disperato caso in cui tu e Ciubecca non riusciate a ottenere i permessi necessari alla traversata il mio consiglio è quello di procurarsi un bel pallone gigante e tentare il viaggio in solitaria, non si sa mai!

italiani-all'esteroNON DIMENTICARE

Ultime, ma non meno importanti, ecco alcune accortezze da tenere a mente per rendere il viaggio il più confortevole possibile:

  • Cibo: prima di partire chiedi consiglio al tuo veterinario, ti dirà di preferire cibi secchi a quelli umidi.
  • Sacchetti igenici o un bel pannolino, vedi te!
  • Giochi familiari e una coperta morbida, fate in modo che Ciubbi si senta sempre a casa!
  • Eventuali medicinali nel caso in cui dovesse soffrire di mal d’auto o mal di mare.
  • Ciotola per l’acqua.
  • Targhetta con nome e contatti vari.

Non scordarti nulla di tutto questo, vedrai, Ciubecca te ne sarà grato!

Ecco quindi le regole d’oro da tenere a mente in preparazione alle vacanze estive! Tu che ne pensi? Ti è già capitato di portare il tuo personale Ciubbi in Inghilterra? Quali disagi hai incontrato? Racconta racconta…

Ma adesso voglio saperlo da te… Già sapevi come portare un cane in UK? Hai già avuto un’esperienza del genere? Forza, scrivilo nei commenti…

_____________________________________________________________________________________________________________________________________________

Segui Madre in Italy su Facebook, Twitter e Instagram

About the Author

Barbara vive a Bassano del Grappa. Ha iniziato a lavorare come attrice nel 2006 e ancora non è riuscita a smettere. Collabora alla realizzazione di mondi straordinari e vive nella convinzione che il bianconiglio esista davvero. Un giorno la verrà a prendere, nell’attesa scrive per Madre in Italy.

11 Comments

  1. Madre in Italy
    Posted on settembre 29, 2016 at 6:42 pm

    Ciao Maurizio,

    I nostri articoli vengono aggiornati ad ogni cambiamento. 😉 Per quanto riguarda le compagnie aeree che accettano animali sono:

    • Lufthansa
    • Meridiana
    • Alitalia
    • Air One
    • Air Berlin
    • Air France
    • American Airlines
    • Aeroflot

    Queste sono le più importanti compagnie mondiali che accettano animali, ognuna con le sue regole e le sue restrizioni.

    La cosa più semplice è andare sul sito della compagnia e controllare se accettano animali.

    Buon viaggio

    • Anonimo
      Posted on settembre 30, 2016 at 7:20 am

      Buon giorno,
      sarei intenzionato a fare un viaggio in Inghilterra con il camper ed avrei il desiderio di portare con me i miei 4 cani.
      Sapete dirmi se, oltre a dover portare con me tutta la documentazione richiesta, se c’è un limite sul numero di animali trasportabili e se, viaggiando in camper, gli animali devono necessariamente essere posti all’interno di un trasportino?
      Grazie

  2. valentina bagnolesi
    Posted on settembre 30, 2016 at 10:08 am

    Ciao,
    molto interessata all’ argomento in quanto devo portare la mia gattina a Londra! a giugno ho già trasferito qua la mia cagnolona Zara e adesso tocca a Piumetta!!! quindi il prelievo del sangue per la titolazione degli anticorpi non va fatta? basta la vaccinazione antirabbica e che siano passati 21 giorni dalla vaccinazione? e presumo che posso portare la mia gattina a bordo con me in aereo?
    grazie mille
    valentina

    • Anonimo
      Posted on ottobre 8, 2016 at 1:11 pm

      me too, seguo…

    • Sabrina
      Posted on ottobre 9, 2016 at 6:28 pm

      Ciao Valentina,
      potresti darmi dei consigli pratici? sto venendo programmando di portare il mio cane in UK tra 10 giorni, ho letto tutti i regolamenti ma sto in ansia che ci sia sempre qualcosa che non va. Gli inglesi sono così precisi. Che tipo di trattamento per la tenia intestinale hai fatto alla tua Zara? so che deve contenere Praziquantal ma non sono sicura se c’è qualche marca particolare migliore (nel sito del gov.uk c’è scritto che il trattamento deve essere approvato nel paese dove viene fatto)…Il mio veterniario è bravissimo con gli animali ma è un pò vecchiotto. XD

      Grazie in anticipo.

    • Valeria Traversa
      Posted on marzo 21, 2017 at 5:20 pm

      Ciao, scusami ma dall’Italia, come hai fatto a portar il cane in Inghilterra? O meglio che mezzi hai utilizzato?

  3. Sara
    Posted on ottobre 7, 2016 at 12:43 pm

    Ciao scusate la domanda io ho un amstaff e deriva dalla famiglia pittbull come posso fare per farla entrare e per portalla? Grazie in anticipo

    • Isabel
      Posted on dicembre 21, 2016 at 12:54 am

      Ciao Sara, io e il mio ragazzo abbiamo un amstaff e stiamo leggendo mille forum per cercare il modo migliore per portarla con noi, tu sei riuscita a portare il tuo cane ? Per favore se sai qualcosa facci sapere. Grazie

  4. Sandra
    Posted on ottobre 18, 2016 at 4:26 pm

    Salve a tutti, io sapevo che non è possibile introdurre animali in inghilterra con nessuna compagnia aerea ma che era possibile solo attraverso voli cargo a parte tramite delle agenzie particolari. mi hanno chiesto, per un pincher, 1500 euro. sono cambiate le regole? ho fatto questo preventivo circa un anno fa. attendo risposte, grazie!

    • rossella bencini
      Posted on novembre 18, 2016 at 9:28 am

      Ciao io non riesco a trovare una compagnia aerea che accetti il mio yorkshire…mi devo trasferire a Manchester per lavoro e sono disperata…unica soluzione sembra il cargo della MOnarch…oppure treno facendo eurotunnel….consigli da chi ha viaggiato di recente??

      • desiree lucarelli
        Posted on novembre 23, 2016 at 10:23 am

        ciao, per prendere eurotunnel o traghetto deve essere obbligatorio in macchina il cane nella sua gabietta! io a febbraio ho fatto fare un viaggio di 2 gg a mio marito per portare la mia pincherina che ci siamo trasferiti a glasgow! ma per farle passare il confine e’ venuto mio fratello da londra con la macchina altrimenti ci sono i servizi apposta ma si pagano un casino! mi hanno chiesto 280 euro solo x prenderli al confine franccese assieme a noi e portarli al di la’!

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.